Il protocollo… croce e delizia!

Esistono una serie di “regole” formali che un Event Manager e i suoi collaboratori sono tenuti a seguire nel corso di un evento.
Si tratta di elementi che in buona parte sono predefiniti (ad esempio l’ordine di precedenza delle cariche pubbliche o gli appellativi utilizzati per gli ospiti) e in qualche caso sono frutto di usi, abitudini e costumi (vedasi la disposizione degli ospiti a tavola).
E’ vero che il protocollo limita e condiziona in qualche modo la libertà di espressione individuale, ma ciò è essenziale per rendere il contesto il più neutro possibile evitando mal interpretazioni sull’importanza soggettiva delle figure coinvolte.

La situazione si fa spinosa quando tra i partecipanti all’evento sono presenti cariche pubbliche, vi rimandiamo per tutti i dettagli al sito web del Governo Italiano che definisce in maniera univoca e dettagliata l’ordine delle precedenze da rispettare.

Occhio anche a non far confusione con gli appellativi, di cui si fa uso nelle comunicazioni o inviti cartacei.
Ci rivolgeremo ad un professore universitario con “Chiarissimo”, mentre “Magnifico” va destinato al Rettore di Facoltà. Termini affini, ma con un netto distinguo di livello!

Sapevate poi che l’abuso di un titolo è considerato dalla Legge un reato penale?
Nella fattispecie si presti severa attenzione nel non proclamare, ad esempio, Avvocati ed Ingegneri se questi non hanno conseguito la relativa abilitazione all’esercizio della professione.
Anche il termine jolly “Dottore” andrà impiegato solo nel caso di una laurea conseguita in Italia, altrimenti si farà semplicemente citazione del titolo conseguito all’estero, indicando l’Università frequentata.

A completamento di quanto sopra, vi suggeriamo come comportarvi in ossequio ai titoli nobiliari (formalmente aboliti dal 1948, ma che in taluni contesti si continuano a impiegare a titolo di cortesia).
Ecco la gerarchia in ordine decrescente per sgomberare il campo dai dubbi:
– Principe
– Duca
– Marchese
– Conte
– Visconte
– Barone
– Signore
– Patrizio
– Nobile
– Cavaliere ereditario

back to top